AZIONE 2: Abbattimento degli sprechi energetici nella Scuola Elementare

AZIONE 2: Abbattimento degli sprechi energetici nella Scuola Elementare

Questa azione segue una linea di intervento molto simile all’azione 1, con l’obiettivo di ridurre i consumi energetici dell’edificio scolastico, almeno del 5%, agendo sia a livello strutturale, sia a livello comportamentale mediante azioni di gestione/organizzazione dei fruitori della scuola (personale docente, non docente e alunni).
E' stata realizzata la diagnosi energetica sul fabbricato dove sono state evidenziate le carenze strutturali e/o impiantistiche, nonché le principali misure correttive, migliorative e/o di abbattimento dei consumi da programmare nel tempo.

 

Di seguito il dettaglio dei principali livelli d’azione:

  • Livello strutturale. A seguito dell’analisi energetica del fabbricato, sono stati sostituiti i vecchi infissi presenti in 3 aule al piano terra con nuovi certificati e rispondenti ai requisiti di cui al D.Lgs 192/05 e successive modificazioni e integrazioni. A livello strutturale è stato anche istallato un display a led multi riga collegato con l’esistente impianto fotovoltaico al fine di monitorare e rendere visibile la produzione di energia istantanea e complessiva prodotta dallo stesso, nonché dei Kg di CO2 risparmiati grazie alla produzione di energia da fonte rinnovabile.
  • Livello comportamentale. Consapevoli del fatto che gli sprechi di energia non dipendono esclusivamente da carenze strutturali di un edificio, ma sono legati anche a erronei comportamenti degli individui che lo “vivono” l’azione è stata rafforzata dalla realizzazione di una campagna di sensibilizzazione e formazione del corpo docente e non docente tramite incontri di formazione/informazione e realizzazione delle “Linee Guida per un corretto utilizzo dell’energia nella scuola” e l’attivazione di un programma didattico che ha reso protagonisti gli alunni stessi mediante la formazione di veri e propri “controllori degli sprechi” e di “energetici”.

Il principio promotore di questa azione è stato il coinvolgimento di un’utenza “più fresca” che costituisce una solida base per traghettare le generazioni future verso un comportamento più sostenibile. E’ necessario, infatti, trasmettere il messaggio che la principale fonte di risparmio energetico è proprio quella legata al corretto uso delle risorse stesse imparando a usare l’energia e tutto quello che l’ambiente ci offre senza compiere sprechi!.

La riduzione dei consumi è stata monitorata nel tempo dagli alunni attraverso la lettura settimanale del contatore e riportati nel grafico affisso all’ingresso dell’edificio scolastico e riportati nei grafici inseriti nell’apposita sezione “archivio consumi”.